RSS

SMS Solidale per AISM

10 Ott

Dai una mano alla ricerca. Virtualmente! Iscriviti su www.aism.it/mela

Unisciti al movimento per fermare la sclerosi multipla

Locandina sms

Tra i 20 e i 30 anni si manifestano la maggior parte dei casi di sclerosi multipla: una delle più gravi malattie del sistema nervoso centrale. Oggi ci sono terapie in grado di contrastarla, ma non esiste una cura risolutiva. Solo la ricerca scientifica può dare la speranza di sconfiggere definitivamente la sclerosi multipla. Per questo l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla dedica l’iniziativa “Una mela per la vita” ai giovani.

Fino a tutto ottobre “Ferma la sclerosi multipla. Dai una mano alla Ricerca”. su www.aism.it/mela sarà diffuso l’invito ad unirsi al movimento per fermare la sclerosi multipla e a partecipare alla manifestazione che si svolgerà ancora oggi in 3.000 piazze italiane. Ma non solo. Fino a domani, lunedì 12 ottobre, inviando un messaggio dal cellulare personale al numero 48543, si potranno donare 2 euro tramite gli operatori Tim, Vodafone, Wind, 3 e Telecom Italia. A quest’ultimo, inoltre, si potrà anche telefonare e scegliere se donare 2 o 5 euro. Il ricavato andrà a sostenere il più importante studio internazionale caso-controllo che sia mai stato condotto in quest’ambito di ricerca.

Su www.aism.it/mela l’obiettivo è formare una catena di solidarietà virtuale per sensibilizzare i giovani alla lotta alla malattia visto che la sclerosi multipla colpisce proprio loro, il 48% delle persone colpite. A dare il via a questa catena virtuale sono i volti di Gianluca Zambrotta, Andrew Howe, Carolina Di Domenico, della Vj Valentina Correani e dell’attore Marco Cocci. Saranno loro i testimonial che aprono la lunga carrellata di fotografie di persone provenienti da tutte le città italiane, che sceglieranno di rispondere all’appello dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla: unisciti al movimento per fermare la sclerosi multipla.

Anche in questa occasione l’iniziativa on line coinvolgerà tutti i mezzi di comunicazione sul web messi in campo dall’Associazione (www.aism.it; www.giovanioltrelasm.it, www.fastforworld.it) e i principali social network come Facebook e Youtube sui quali l’AISM da tempo è presente.

Come fare per partecipare

Fino al 31 ottobre chiunque potrà unirsi al movimento per fermare la sclerosi multipla. Basta iscriversi a www.aism.it/mela e pubblicare una foto a figura intera, con le braccia allargate a simulare la presenza di un compagno a destra e a sinistra ai quali stringere la mano. Una volta confermata la registrazione, la fotografia verrà pubblicata in home page  accanto a quella degli altri partecipanti corredata del nickname e della città di provenienza. La sequenza delle foto andrà a formare una catena di persone così distanti ma unite nel portare e diffondere l’appello alla lotta alla sclerosi multipla.

Ma non finisce qui. Chi si registra potrà inviare una ‘cartolina virtuale’ assolutamente speciale e personalizzata che ritrae la persona, accanto ai testimonial AISM. La cartolina potrà essere inviata agli amici per invitarli a partecipare all’iniziativa e aumentare la catena. Più persone partecipano, più probabilità ci sarà di raggiungere tutte le piazze virtuali e diffondere il messaggio: unisciti al movimento per fermare la sclerosi multipla.

Fattori di rischio nella sclerosi multipla : uno studio internazionale “caso – controllo”

Fino al 12 ottobre, si potrà inviare un messaggio al numero 48543, e donare 2 euro tramite gli operatori Tim, Vodafone, Wind, 3 e Telecom Italia. A quest’ultimo, inoltre, si potrà anche telefonare e scegliere se donare 2 o 5 euro. Tutto per sostenere il più grande studio caso –controllo finora intrapreso sull’azione di fattori ambientali nella ricerca delle cause della sclerosi multipla

La raccolta fondi con sms solidale legata ad “Una mela per la vita” permetterà alla FISM di finanziare una ricerca multinazionale coordinata dalla Dott.ssa Maura Pugliatti dell’Università degli Studi di Sassari in collaborazione con l’Università di Bergen, Norvegia, volta a contribuire alla scoperta delle cause della sclerosi multipla (SM) attraverso il più grosso studio caso-controllo che sia mai stato condotto in quest’ambito di ricerca.

La SM è una patologia multifattoriale sulla cui insorgenza giocano un ruolo fondamentale fattori come l’ambiente (es., l’esposizione ad agenti infettivi), una predisposizione genetica e l’etnia, probabilmente soprattutto nei primi anni di vita.

Lo studio coordinato dalla Dottoressa Maura Pugliatti si prefigge di confrontare la frequenza di esposizione nel passato a possibili fattori di rischio ambientali tra un gruppo di persone con SM e quella di un gruppo di individui che non hanno sviluppato la malattia.

Questa ricerca rappresenta un grosso potenziale per la comprensione delle cause della SM nel mondo. La dimensione di questo studio caso-controllo è autorevole, oltre 10 volte quella di simili studi precedentemente condotti, e questo è particolarmente importante nell’analisi di fattori il cui effetto sul rischio di malattia potrebbe altrimenti risultare falsamente piccolo, o documentabile solo per alcune sottopopolazioni.

Si tratta di un progetto multicentrico disegnato in collaborazione con ricercatori provenienti da otto Paesi diversi: Italia (Università di Sassari e Ferrara), Norvegia (Università di Bergen), Canada (McGill University di Montreal), USA (Harvard School of Public Health, Boston), Rep. di San Marino (Centro SM), Serbia (Università e Clinical Centre di Belgrado), Svezia (Università di Linköping), Germania.

Il progetto coinvolgerà oltre 4000 persone con SM ed esordio della malattia negli ultimi 10 anni e provenienti da 6 Paesi a diversa incidenza: Italia (Sardegna e provincia di Ferrara), Norvegia, Svezia, Serbia, Rep. di San Marino e Canada.

Ai soggetti partecipanti verranno spiegate le finalità dello studio e le modalità di partecipazione, e verrà chiesto di compilare un questionario ricevuto a mezzo posta per raccogliere informazioni sulla pregressa esposizione a fattori ambientali, tra i quali fattori virali, dietetici, ormonali, esposizione alla luce solare, ed al fumo di sigaretta, nelle diverse fasce di età. Questi fattori sono stati selezionati in base ad un’attenta analisi della letteratura scientifica e grazie all’aiuto di un gruppo di esperti nazionali ed internazionali in alcuni settori medico-scientifici, quali nutrizione, medicina occupazionale, patologia endocrinologica e del sistema immunitario.

Le informazioni ottenute dalle persone con SM saranno messe a confronto con quanto rilevato mediante compilazione dello stesso Questionario da oltre 16.000 soggetti di controllo, cioè non affetti da SM, di sesso corrispondente, simile età e provenienti dalla stessa area geografica.

Questo confronto permetterà di correlare la diversa frequenza di SM tra le popolazioni con una possibile diversa distribuzione di fattori ambientali di esposizione.

Nonostante la necessità e l’impegno di includere nello studio oltre 20.000 individui, la fattibilità dello studio, verificata con un’analisi nel 2008, è elevata in virtù dell’esistente e solido network collaborativo del gruppo di ricerca e delle sue competenze specifiche e della disponibilità, in queste popolazioni, di registri di malattia.

Lo studio, di durata biennale, è iniziato lo scorso Febbraio e si concluderà all’inizio del 2011.

Per sostenere questo studio fino al 12 ottobre, si potrà inviare un messaggio al numero 48543, e donare 2 euro tramite gli operatori Tim, Vodafone, Wind, 3 e Telecom Italia. A quest’ultimo, inoltre, si potrà anche telefonare e scegliere se donare 2 o 5 euro.

Per saperne di più http://www.aism.it

 

Tag: , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: