RSS

60° Anniversario diritti umani ad Assisi

16 Dic

La Città Serafica ha intrapreso una serie di iniziative per ricordare il Sessantesimo Anniversario della Dichiarazione dei Diritti Umani: oltre a far sventolare le bandiere dell’ONU e a realizzare dei segnalibri che saranno di seguito distribuiti nelle scuole e librerie, ha voluto porre l’accento sull’importanza di tale ricorrenza effettuando un’attività di comunicazione non convenzionale.
Quest’ultima è una disciplina, o meglio un nuovo modo di “fare comunicazione”, che cerca di ottenere la massima visibilità a costi ridotti; proprio questi due principi hanno spinto l’Ufficio per il Sostegno alle Nazioni Unite a “cimentarsi in tale prospettiva”.
Si è pensato di ricordare e diffondere l’importanza del primo articolo della Costituzione che sottolinea la parità dei diritti, la libertà e la fratellanza, realizzando dei cartelloni da affiggere in luoghi “non comuni“, in modo da stimolare curiosità.
Veicolo di questa comunicazione sui generis: la rotonda, luogo non scelto a caso per sorprendere i passanti con la seguente frase: NON CALPESTARE I DIRITTI UMANI, in modo da “stuzzicare” la curiosità e il ricordo del messaggio che oramai la cittadina del Poverello acclama da anni facendosi portavoce di numerose iniziative.

dsc_0253

Gli altri messaggi sono stati affissi sui cassonetti della nettezza urbana, anche questo, luogo molto insolito, ma di grande valenza comunicativa, se si abbina a tale slogan: NON GETTARE I DIRITTI UMANI.

dsc_0241

“Una società basata sul rispetto, sulla fratellanza , ma soprattutto sulla non violenza: è questo il forte messaggio che Assisi intende urlare al mondo.”, – hanno affermato il sindaco Claudio Ricci e l’assessore con delega ONU Maria Aristei Belardoni – “L’appello è reso ancora più forte dalla valenza della Città Serafica, in quanto luogo per la Pace, riconosciuto come tale nel contesto internazionale”.
L’iniziativa è stata realizzata dall’Ufficio per il Sostegno alle Nazioni Unite diretto da Adriano Cioci, con l’ausilio dei stagisti Alessio Carciofi e Virginia Caimmi.
“Giovani amici di tutto il mondo, tocca a voi realizzare questi diritti, ora e per sempre. Il loro destino e il loro futuro è nelle vostre mani” (Kofi Annan).

Annunci
 

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: