RSS

Ad Maiora

20 Nov

Ad Maiora Associazione ONLUS nasce nel 2004, dalla volontà di un gruppo di donne che decidono di unire le singole energie, esperienze e soprattutto le proprie risorse per trovare insieme un modo per rispondere ad un bisogno sempre più urgente: aiutare le donne, in particolare quelle che lavorano e che sono anche madri. Le stesse fondatrici di Ad Maiora sono donne che vivono le grandi difficoltà di gestire le responsabilità lavorative e genitoriali, all’interno di un sistema che certamente non le facilita nel loro compito.

Il sistema sociale, lavorativo, giuridico rende arduo conciliare i due ruoli e spesso finisce con porre le donne di fronte ad una scelta: la propria professionalità o la propria famiglia. Scelta ingiusta, che nessuna persona dovrebbe mai essere costretta ad affrontare e ad attuare.

Si è arrivate così al quesito “che cosa possiamo fare noi per queste donne?” e la risposta è stata “essere donne che lavorano per le donne che lavorano”. Senza pretese di poter risolvere tutti i problemi, senza pretese di poter arrivare dove le grandi istituzioni pubbliche non possono arrivare. Ma con programmi specifici di aiuti realizzabili in breve o medio tempo.

Ad Maiora intende risvegliare la sensibilità sia di chi governa sia di tutti i cittadini affinché la politica delle pari opportunità venga a tradursi in concreti aiuti per dare una soluzione ai problemi delle famiglie, ed in particolare alle famiglie in cui la donna, e madre, lavora.

VITA NOVA
Vita Nova è un progetto che si prefigge di affrontare e risolvere il dolore e la sofferenza nonché i conflitti che scaturiscono da situazioni di disagi familiari, anche di ordine infragenerazionale .
Vita Nova è nato per potenziare e valorizzare le risorse umane e le competenze territoriali che già operano nei vari settori della giustizia minorile, della psico-pedagogia, e dei servizi sociali. Vita Nova desidera rispettare e far rispettare generazioni che nella complessità familiare rischiano di essere schiacciate, mortificate e rese deluse, assenti e/o oggetto soggetto di mobbing.

Centrale in mezzo a tutta questa confusione di identità e di ruoli rimane la famiglia come contesto naturale di cura, unica risorsa di straordinaria vivacità se “buona pianta” , tossica e mobbizzante se resa impotente nelle sue naturali funzioni creative e nutritive, sociali e culturali.

Centrale rimane dunque la famiglia, rimasta sola e smarrita dopo anni di analfabetismo culturale e valoriale, nell’essere aiutata da Vita Nova attraverso la formazione permanente di quanti le stanno vicini istituzionalmente. Siccome rimane in ombra il tasso di infelicità permanente a carico dei soggetti più deboli all’interno della famiglia, quali bambini, mogli, e padri, separandi nel momento in cui sono più deboli (separazione, dispersione scolastica dei figli, psicosi, droghe, indisponibilità a dare aiuto ai vecchi, ecc.)sarà compito di Vita Nova dare ascolto alla molteplicità dei problemi attuando assieme agli organi preposti una politica di aiuti attivi e consapevoli.

Le vittime di violenze psicologiche che scaturiscono in questi ambiti saranno aiutate ad elaborare diverse strategie e stili di vita, poiché da questo tipo di violenza derivano gravissime forme di patologie fisiche, malattie gravi del sistema immunitario che possono invalidare una persona fino alla morte.
Contenuti del Progetto “Vita Nova”

Scopo di Vita Nova sarà di dare competenze cliniche metodologiche, di formazione permanente,prevenzione e cura di queste subdole forme di violenza morale non apparente, che rischia di rovinare l’individuo e la famiglia in un gioco di ossessionante interazione.
I casi violenza che possono verificarsi intra moenia sono numerosissimi e di difficile individuazione. È proprio compito di chi è posto a sostegno della famiglia e che è in contatto permanente con la famiglia (insegnanti , assistenti sociali, ecc.) scoprire , individuare ed enucleare le problematiche e i momenti di crisi.
Trovare soluzione, prevenire, curare ed eventualmente smistare in un’ottica sistemica ed allargata ,dando voce ai più e contemporaneamente,seguendo le logiche del team leading e del team working.

Curare depressioni e/o sintomatologie depressive , con attacchi di panico, agorafobia o sociofobia,con soluzioni che vedano famiglia e assistente sociale all’interno di uno stesso sforzo educativo e clinico.

Aiutare le generazioni ad avere rispetto una dell’altra sarà compito di Vita Nova e delle assistenti sanitarie e sociali in un nuovo sforzo del collettivo verso la singola persona.

Risposte complementari verranno date a famiglie in difficoltà per dispersione scolastica del minore o in casi di nevrosi-psicosi di un qualche membro appartenente ad essa.

Metodologia

L’arricchimento continuo e costante di queste tematiche sarà sorretto dalla seguente metodologia:

– Large group di tipo ANALITICO-TRANSAZIONALE, con sicure professionalità interagenti;
– Problem Solving;
– Management by object (per l’attuazione dei risultati)

Modalità

– 12 persone a gruppo per una volta alla settimana per 6 mesi
– Seminario e confronti interregionali.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 novembre, 2008 in Campagne Sociali

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: