RSS

In vacanza con calce e piastrella per SOS Bambini

25 Giu

Quest’estate c’è chi non va al mare o in montagna, ma in uno sperduto paese della Romania a ristrutturare orfanotrofi. Perché certe fatiche fanno stare bene

Ventitrè milioni gli italiani faranno le vacanze questa estate – il 49,1% della popolazione maggiorenne – mentre gli indecisi sono il 5,7%, pari a circa 2,7 milioni di persone. E tra gli indecisi non c’è la squadra di volontari che dedica due settimane delle ferie per andare a ristrutturare i centri di accoglienza per l’infanzia sostenuti da Sos Bambini Onlus, a Sighet, in Romania.

Muratori e idraulici, falegnami, piastrellisti, elettricisti… chi di professione e chi no. Ad agosto tutti animati da uno spirito di condivisione delle esperienze e di voglia di aiutare sono prenotati nella piccola località rumena ai confini con l’Ucraina, che l’associazione milanese presieduta da Silvia Scialpi ha deciso di aiutare quattro anni fa. “Ci sono bagni da rimettere in sesto, pavimenti malconci da raddrizzare, mobili da riparare e realizzeremo anche una serra per insegnare loro come coltivare un orto – spiega Silvia Scialpi, presidente di Sos Bambini Onlus. Questa missione costerà 40mila euro e anche una piccola donazione ci è di grande aiuto: per comperare i materiali e anche per le spese di trasporto dei materiali e delle attrezzature e di viaggio dei volontari”.

A Sighet c’è una grande casa che accoglie i bambini abbandonati o allontanati dal Tribunale dalle famiglie, per varie ragioni. Alla casa sono collegati altri centri più piccoli, in tutto un centinaio di bambini dai 3 ai 16 anni. Sos Bambini porta avanti diversi progetti di aiuto (www.sosbambini.org), in particolare questo di “In vacanza con calce e piastrella” è reso possibile grazie alla collaborazione con la sezione lombarda di “Aiutiamoli a vivere”, associazione che ha al suo attivo le ben note iniziative di volontariato a favore dei bambini bielorussi provenienti dalle zone contaminate dagli incidenti nucleari di Cernobyl.

Chi sono

Sos Bambini Onlus è un’associazione milanese di volontariato che aiuta i centri di accoglienza dell’infanzia abbandonata di Sighet, cittadina della Romania ai confini con l’Ucraina. E’ ammessa tra le onlus che possono beneficiare del 5 per mille delle dichiarazioni dei redditi. Tra le iniziative portate a termine nel 2007: la bonifica di uno spazio verde dietro al centro, in precedenza ridotto a discarica; numerose spedizioni di medicinali, alimenti, abiti, giocattoli e attrezzature per bambini; raccolte alimentari in supermercati di Milano due volte l’anno; stage di educatrici del Centro presso case famiglia e asili a Milano; invio di materiali per permettere alle ragazze madri del Centro di applicarsi in lavori come il taglio e il cucito. Per il 2008 Sos Bambini deve attrezzare il giardino bonificato; avviare l’adozione a distanza dei bambini più bisognosi di cure e il progetto di formazione al personale che si occupa dei bimbi disabili; continuare a inviare materiali e alimenti e volontari a Sighet.

www.sosbambini.org

Per donazioni: Unicredit Banca, Agenzia 227, p.za Gramsci, Milano Codice IBAN: IT10 H020 0801 6270 0004 1097 876.

Aiutiamoli a Vivere Lombardia

Tra le iniziative avviate, le “Vacanze lavoro” durante le quali squadre di volontari muratori, idraulici, falegnami, elettricisti e diverse altre professionalità si uniscono per trascorrere una o due settimane d’estate a ristrutturare per beneficenza gli orfanotrofi o centri di accoglienza.

www.associazioneaiutiamoliavivere.it

Per maggiori informazioni: Silvia Scialpi, Presidente Sos Bambini
tel.
02 3453 7878 333 7562231

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 25 giugno, 2008 in Notizie

 

Tag: , ,

Una risposta a “In vacanza con calce e piastrella per SOS Bambini

  1. Maria Vieru

    6 aprile, 2011 at 6:45 pm

    Sono una dona con molta esperinza lavorativa e anche visuta personalmente con i bambini bisogniosi; di affetto, con i probleme di salute e mobilisazione ridotta.
    E da tanto tempo che sto pensando, che cosa potrei fare, per queste picoli creature
    indifese e pieni de soferenze e tristeze.
    La soluzione Cé. Aprire una Casa Famiglia.
    Vorei tanto che qualcuno mi puo dare le indicazione giuste,anche se mi dovrei metere in
    societàcon un’altra Casa Famiglia gia esistente. Grazie
    Abito a Milano

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: